Salone del Mobile 2018: novità e tendenze

//Salone del Mobile 2018: novità e tendenze

Si è da poco conclusa la 57° edizione del Salone del Mobile, evento internazionale che per una settimana accende i riflettori di tutto il mondo sul settore del design e dell’arredamento.

Architetti, interior designer, addetti del settore e appassionati si sono dati appuntamento nella bellissima cornice di Milano, per scoprire quali saranno le nuove tendenze e le novità che vedremo presto nelle nostre case.

Un’edizione in crescita quella del 2018, con un’affluenza record di 434.509 visitatori provenienti da 188 paesi che hanno invaso i padiglioni della Fiera e le vie di Milano. Una settimana ricca di appuntamenti legati al Fuorisalone, dove il design diventa evento, performance, uscendo dai suoi spazi ufficiali e legandosi indissolubilmente al tessuto urbano, aprendo angoli della città normalmente chiusi al pubblico o con funzioni diverse.

In contemporanea al Salone del Mobile sono andati in scena anche Eurocucina FTK – Technology for Kitchen, il Salone del Bagno e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo.

In materia di arredo non vi sono stati grandi colpi di scena, ma per lo più una ricerca attenta ed una sperimentazione su materiali tradizionali, quali il legno e il marmo, che entrano sempre più a far parte dell’arredamento.

salone del mobile 2018: legno marmo

Arredi esteticamente belli ma anche funzionali e duraturi nel tempo. La casa viene vista come un ambiente rassicurante, accogliente e autentico. Un ambiente da vivere.

Gli arredi non sono solo da guardare ma anche da toccare, da accarezzare. I materiali diventano tattili, materici, le trame dei tessuti e degli imbottiti diventano motivo decorativo, spesso ispirato al tweed. I colori sono naturali, caldi e avvolgenti.

Tra le nuove tendenze in fatto di colore spiccano l’arancione, il verde e il rosa, in tutte le loro declinazioni, uniti ai metalli caldi come l’oro, l’ottone e il rame. Arredi colorati da inserire in ambienti neutri che fanno da contenitore.

L’edizione 2018 vede anche un ritorno alle forme e ai colori degli anni ’70: poltrone e specchi dalle forme arrotondate, accostamenti di colori scuri ed audaci come il senape, il bordeaux, il petrolio. Ma anche ispirazioni orientali, con tessuti preziosi e colori importanti come l’oro, il verde smeraldo e il rosso rubino, tradizionali lampade di carta reinterpretate in chiave contemporanea, paraventi, tappeti e nuovi imbottiti, dove il caratteristico tatami giapponese si fonde con il divano occidentale.

salone del mobile 2018: divano

Vi è anche un ritorno al dettaglio decorativo, con ampio spazio a tappeti, tavolini, lampade e oggetti d’arredo che “scaldano” l’ambiente creando “atmosfera”. Carte da parati che diventano sempre di più elemento d’arredo attingendo al variegato mondo della natura, e che trovano nuovi materiali d’uso: non solo più carta, ma anche tessuti, sete ricamate e stampate e addirittura legno e fibre naturali.

La natura entra prepotentemente nelle case ed il legno è il grande protagonista dell’arredo, con una sperimentazione di forme, lavorazioni, sfumature ed applicazioni. Dal legno utilizzato come rivestimento a parete, ai tavoli in legno massello, dai legni intarsiati alle sedie, dove la natura del legno trova il suo connubio perfetto abbinato al ferro. Legni dai colori scuri, essenze dal sapore orientale.

salone del mobile 2018

Anche il marmo vive una nuova vita, vincendo la sfida paradossale del diventare leggero: pareti, top delle cucine, tavoli, tavolini, lampade e complementi d’arredo così sottili da far apparire il marmo un materiale leggero.

Grande attenzione anche al mondo delle sedie, dove il trend è quello del ritorno alla pulizia formale con sedute leggere e sempre più bio, realizzate in legno e materiali ecosostenibili. Sulla scia di questa tendenza della ricerca della leggerezza, anche gli imbottiti si alleggeriscono, grazie all’utilizzo di piedini che li rendono più slanciati.

Ambienti che comunicano tra di loro, che si fondono creando spazi omogenei. Spazi da condividere e da vivere in compagnia. Un trend che si evince anche nel settore delle cucine, che diventano sempre più parte integrante della zona living.

L’ambiente della cucina è in continua evoluzione, con soluzioni compositive flessibili, multifunzionali, arredi a scomparsa che si amalgamarno con gli arredi della zona living, ed elettrodomestici high-tech rubati al mondo professionale. La cucina non è più un locale di servizio, ma diventa cuore pulsante della casa, vero e proprio luogo di convivialità.

salone del mobile 2018: cucina

Il risultato lo vediamo nelle cucine che diventano più leggere e informali, aperte sulla zona giorno, con una grande possibilità di personalizzazione, sia a livello di materiali (legno, pietre, gres porcellanato, ecomalte) che a livello di modularità e attrezzature (cantinette per i vini, piattaforme di ricette integrate nei forni e nei piani cottura, abbattitori di temperatura e display touch a colori dove si possono addirittura vedere dei video tutorial con la preparazione dei piatti, comandi wireless via smartphone e tablet). Sono sempre più ricercate le penisole e le isole, che hanno spesso la forma di un monoblocco e che ospitano piani di cottura sempre più smart.

Numerose le proposte anche per gli ambienti piccoli, seguendo una delle tendenze più in voga degli ultimi anni: le piccole case. Ambienti con tutto quello che serve in meno di due metri: lavello, fuochi, spazio contenitivo, ovviamente tutto in formato “mini”.

By | 2018-05-29T11:24:54+00:00 maggio 29th, 2018|Eventi e news|0 Commenti

Scrivi un commento